LA STORIA SI RIPETE ?
Akita Inu come i Dalmata.


15 Febbraio 2010

Ultimamente nelle sale cinematografiche italiane (e sicuramente presto anche da noi)
è uscito il film che racconta la storia di Eizaburo, un professore giapponese, e del suo
cane, un Akita Inu, Hachiko che, dopo la morte del suo padrone, ha continuato per tutta
la vita a recarsi alla stazione di Shibuya per attendere l'arrivo del professore. Questo film,
interpretato da Richard Jere (il professore) e naturalmente da un cane di razza Akita Inu,
ha scatenato una vera e propria moda per questi cani così come si era già verificato
a suo tempo, per i cani di razza Dalmata, con il film "La carica dei cento e uno".
Queste situazioni provocano un'impennata nella domanda di cuccioli di queste razze e rendono il mercato molto interessante per allevatori e commercianti senza scrupoli.
E' quindi estremamente importante, per coloro che volessero comunque diventare proprietari di un Akita Inu, rivolgersi esclusivamente ad allevamenti di provata fiducia, associati ai club di razza e che sono in grado di fornire tutti i documenti necessari onde risalire nell'istoriato del cucciolo (a partire dall'analisi del DNA, ecc.).
Bisogna veramente fare attenzione perchè, soprattutto dai paesi dell'Est, famigerate
"fabbriche di cuccioli" per i quali lo svezzamento, le vaccinazioni, il microchip, il
benessere della madre, la salute del cucciolo, ecc., sono cose sconosciute: unico loro
obiettivo è sfruttare il mercato favorevole per fare soldi.
Pure da evitare in modo assoluto sono i negozi di animali (in Svizzera è proibito vendere
cani nei negozi d'animali).
Ma chi è l'Akita Inu? E' un cane di razza nordica originario del Giappone; fiero e dal
carattere forte che tende ad essere dominante con i suoi simili. E' fedele e si affeziona
molto ai membri della famiglia a condizione che gli si insegni fin da subito chi è il capo.
La socializzazione deve avvenire il più presto possibile ed in modo molto dettagliato:
l'Akita Inu ha un istinto per la caccia molto sviluppato e questo tende a rendere il suo
rapporto con altre specie alquanto precario (attenzione anche ai rapporti con cani di
piccola taglia). E' un cane che, per il suo istinto e il suo benessere fisico, necessita di
lunghe camminate e spazi aperti da esplorare.
Acquistare un Akita Inu se non si sono mai avuti altri cani è assolutamente sconsigliabile.
In tutti i casi, prima di un eventuale acquisto, prendete contatto con un veterinario o
con una cinofila e fatevi consigliare soprattutto per pianificare la formazione del futuro
cucciolo perchè da essa dipenderà la possibilità d'avere un cane gestibile,
socialmente integrato e pronto a darvi grandi gioie e soddisfazioni.